Il liceo classico D’Adda ha le sue origini nella fondazione a Varallo del “Seminario dei poveri fanciulli di S. Giovanni Battista” nel 1573 per iniziativa del nobile milanese Giacomo D’Adda come istituto per la formazione degli aspiranti sacerdoti, in aggiunta al seminario operante nella sede vescovile di Novara.

Nei successivi due secoli e mezzo l’esistenza del piccolo seminario fu piuttosto stentata, sia per le scarse e discontinue dotazioni economiche assicurate dalla famiglia patrona, quella dei D’Adda Salvaterra, sia per i ricorrenti contrasti fra questa e il vescovo di Novara proprio a proposito della gestione del seminario varallese.

Nel corso della prima metà dell’Ottocento i D’Adda trasformarono progressivamente il Seminario ecclesiastico in un Collegio privato, e nel 1837 i titoli di studio da esso rilasciati ottennero il riconoscimento governativo da parte dell’amministrazione scolastica del Regno di Sardegna.

Tra il 1860 e il 1908 il Comune di Varallo ottenne dalla famiglia D’Adda la cessione delle rendite e dei locali del Collegio D’Adda e realizzò quindi la fusione fra questo e le civiche Scuole Pubbliche Secondarie, anch’esse dedicate agli studi classici. Il nuovo civico Ginnasio ottenne nel 1888 la parificazione con quelli governativi e infine, nel 1908, la conversione in Ginnasio governativo a tutti gli effetti. Agli inizi del Novecento anche i locali del Collegio vennero ristrutturati e ampliati.

Nel 1926 però, per effetto della riforma voluta dal ministro Gentile nel 1923, sia il Ginnasio che il Collegio vennero chiusi per lo scarso numero di iscritti, ma furono riaperti due anni dopo, nel 1928, ancora per iniziativa del Comune, che nel 1935 ne affidò la gestione ai Padri Dottrinari. Nel 1937 i nuovi amministratori riottennero per il Ginnasio la parificazione alle Scuole Regie e, tra il 1940 e il 1942, il riconoscimento legale anche delle ultime tre classi liceali. In questo modo il ginnasio-liceo D’Adda tornò ad essere una scuola parificata, con un numero di iscritti in forte crescita anche per effetto degli sfollamenti dalle città a causa della guerra.

La statalizzazione del Liceo classico D’Adda venne concessa con Decreto Ministeriale il 21 luglio 1959, e nello stesso anno l’Istituto fu dislocato nella sua attuale sede, che era stata costruita fra il 1955 e il 1958 per ospitare anche l’Istituto Tecnico Commerciale “Bernardino Caimi”.

A partire dall’anno scolastico 1992-1993 all’indirizzo Classico si è aggiunto l’indirizzo Linguistico e, a partire dall’anno scolastico 2006-2007, quello Artistico.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.